Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Storia

 

Storia

 

Storia 

I rapporti politici bilaterali sono positivi e costanti. L’Italia nel 1991 ha subito preso atto della rinnovata indipendenza dell’Estonia inviandovi un Ambasciatore residente e poi sostenendone l’ammissione ad UE e NATO. La positiva cooperazione è proseguita anche nel più ampio contesto dei fori multilaterali di cui entrambi i Paesi sono membri.


Oltre alla visita di Stato del Presidente della Repubblica Ciampi il 20-21 aprile 2004 (che restituiva quella del Presidente Rüütel nel novembre 2002) sono da ricordare anche altre visite istituzionali di alto livello: della Speaker Ergma in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia nel 2011 e due volte nel 2014 (in gennaio per un incontro bilaterale ed in marzo per partecipare alla riunione a Roma di tutti gli Speaker dei Paesi UE); del Ministro degli Esteri Frattini nel 2009 e nel 2010; dell’omologo Paet nel giugno 2011 e nell’aprile 2014; del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Lupi in occasione della Conferenza sulle reti TEN-T nell’ottobre 2013; dei Ministri della Cultura estoni a Venezia per la Biennale dell’Architettura (Lang due volte nel 2012 e 2013, Saar nel giugno 2015); del Ministro degli Interni Vaher nel febbraio 2014 per raccogliere dati sulle esperienze italiane nella lotta antidroga e requisizione dei beni posseduti dalla criminalità organizzata; del suo successore Pevkur nell’ottobre 2015 (quando ha firmato con il Ministro Alfano una dichiarazione sulla cooperazione bilaterale per il trasferimento dei richiedenti asilo: a seguito di ciò funzionari estoni sono stati inviati in Italia per aiutare in loco il processo di selezione dei rifugiati da riallocare in Estonia). Da ricordarsi anche l’incontro tra i due Ministri degli Esteri Mogherini e Paet svoltosi a Roma il 29 aprile 2014 e le visite non ufficiali effettuate a Milano per l’EXPO dal Capo dello Stato Ilves (7 giugno 2015, in occasione dell’”Estonia Day”) e dal Premier Rõivas (6-7 ottobre 2015). In precedenza Ilves aveva già compiuto altre due visite in Italia, in quei casi di natura ufficiale, nel 2009 e nel 2012.


Qualificati i rapporti anche a livello parlamentare. Nel Riigikogu è stato creato dal 1993 un gruppo di amicizia italo-estone, poi riconfermato ad ogni legislatura: l’attuale gruppo di amicizia è composto da deputati in rappresentanza dei principali partiti presenti in Parlamento. Il gruppo è attualmente presieduto da Oudekki Loone, esponente del Partito di Centro.
Frequenti i contatti bilaterali anche a livello tecnico e di alti funzionari. Per ciò che riguarda la Difesa da segnalare le missioni in Estonia del Segretario Generale Gen. De Bertolis (giugno 2013) e quella del Sottocapo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Gen. Magro (luglio 2015) nonchè quella in Italia (gennaio 2014) del Vice Ministro della Difesa competente per il procurement Ingvar Pärnamäe. Nell’ottobre 2013 una delegazione della Protezione Civile estone ha svolto una visita di lavoro presso la Protezione Civile italiana. Un alto funzionario del Ministero dell’Economia estone ha partecipato nel maggio 2013 al “Forum PA” di Roma per presentare i progressi estoni nel settore IT. Nel novembre 2014 si è svolta a Tallinn una missione del ”Digital Champion” italiano Riccardo Luna. Nel marzo 2016 i Vice Ministri estoni degli Esteri e della Difesa hanno incontrato in Italia i loro omologhi Amendola e Rossi. Nel marzo 2017, in occasione delle celebrazioni per il 60° anniversario dalla firma dei Trattati di Roma, sia il primo vice-presidente del Parlamento estone Enn Eesmaa (16 e 17 marzo), sia il Primo Ministro Jüri Ratas (24 e 25 marzo).


Dal gennaio 2016 è vigente un Accordo di rappresentanza per il rilascio di visti Schengen per l’Estonia da parte delle rappresentanze consolari italiane in Pristina, Quito, Doha, San Francisco, Los Angeles, Houston Chicago e Miami.


87