Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)

Data:

26/10/2020


Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale permette a cittadini e imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti in modo semplice, veloce e garantendo una piena protezione dei dati personali.

Per usufruire di questo servizio, gli utenti possono fare richiesta di un’identità SPID presso il gestore accreditato che preferisce (attualmente quelli operativi sono Aruba, InfoCert, Namirial, Poste Italiane, Register, Sielte e TIM). I gestori accreditati forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti. La richiesta delle credenziali SPID può essere gratuita ma è possibile che i gestori prevedano delle modalità di registrazione a pagamento. Gli utenti provvisti di firma digitale, Carta d’Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi attive, potranno ottenere SPID tramite una registrazione online utilizzando un lettore di smart card da collegare al computer.

Il servizio di identità digitale può essere richiesto anche dai cittadini italiani residenti all’estero purché in possesso dei seguenti documenti: tessera sanitaria con codice fiscale e un documento d’identità valido che sia stato rilasciato da un’Autorità italiana.

Inoltre, il recente "Decreto Semplificazioni" ha modificato il Codice dell'Amministrazione Digitale indicando nel prossimo 28 febbraio 2021 la data entro la quale le Pubbliche Amministrazioni dovranno utilizzare esclusivamente le identità digitali e la carta di identità elettronica ai fini dell'identificazione dei cittadini che accedono ai propri servizi in rete. Da tale data le PA non potranno rilasciare altre credenziali e quelle in vigore non potranno essere utilizzate dagli utenti oltre il 30 settembre 2021.

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) - insieme alla carta di identità elettronica diventano la chiave di accesso ai servizi pubblici erogati degli Stati membri dell'Unione europea che hanno aderito al nodo eIDAS, che mira a promuovere l'interoperabilità dei sistemi nazionali di identificazione - EID - per cittadini e imprese nei diversi Stati membri.

Ulteriori informazioni sono disponibili ai seguenti link:


472